Giovedì 13 Dicembre 2018 11:45
edizione 2011edizione 2012edizione 2013edizione 2014

Programma

Tutte le iniziative sono ad ingresso libero-gratuito escluso quelle indicate nel programma e si svolgeranno anche in caso di maltempo presso idonei spazi.

intercultura Sabato 16 maggio 2015, ore 20.45, Malegno, Chiesa vecchia di S. Andrea Una storia straordinaria: dalle ambulanze di guerra agli scambi interculturali
Centenario dell'American Field Service

L'American Field Service nacque nel 1915 a Parigi, come organizzazione di ambulanzieri e barellieri volontari per soccorrere i feriti della prima guerra mondiale. Dopo la seconda guerra mondiale si trasformò nella più grande rete mondiale dedicata agli scambi scolastici internazionali. Intercultura, che ne è la rappresentante e la continuatrice in Italia, celebra il Centenario dell'AFS con un ricco calendario di manifestazioni in tutta Italia. Lo spettacolo "Musica Mundi" del coro Hope Singers accompagna la presentazione della storia dell'AFS fino ai giorni nostri, attraverso la proiezioni di filmati inediti, le letture di testimonianze da parte di giovani studenti provenienti dai 4 angoli del mondo, e la mostra itinerante "Dove sta la frontiera. Dalle ambulanze di guerra agli scambi interculturali".
A cura di AFS-INTERCULTURA, Centro locale di Lovere – Boario, in collaborazione con il Comune di Malegno. Con la partecipazione del coro Hope Singers di Darfo Boario Terme
marcia antirazzista Domenica 17 maggio 2015, dalle ore 10.00, da Esine a Malegno Sulla stessa strada
Marcia antirazzista da Esine a Malegno
Quinta edizione dell'iniziativa nata dall'idea di percorrere il fondovalle camuno, vecchi e nuovi cittadini insieme, per rendere visibili le trasformazioni avvenute ed affermare la volontà e la possibilità di una convivenza pacifica e rispettosa. La marcia è sostenuta da una ventina di associazioni di diversa ispirazione culturale e religiosa. L'edizione 2015 è dedicata ad un uomo di pace, Ales Domenighini, e vuole rendere omaggio ad un amico indimenticabile, compagno di strada di tante iniziative tese all'affermazione dei diritti.
Partenza ore 10.00 da piazza Falcone – Borsellino a Esine; all'arrivo a Malegno pranzo multietnico in oratorio; nel pomeriggio ricordo di Ales Domenighini, musiche e danze dal mondo.
A cura del Consiglio territoriale Migranti Valle Camonica-Sebino
naufraghi Sabato 23 maggio, ore 20.45, Malegno, Palestra Comunale Le vite dei naufraghi e oltre
Spettacolo di danza e letture
Coreografia: Silvia Dante, Contributo Regia: Bibi Bertelli

"Le vite dei naufraghi" è uno spettacolo ideato, costruito, realizzato e condotto da Silvia Dante, insegnante di danza e coreografa, che a Bienno lavora con i suoi ragazzi della scuola "La Maison". Lo spettacolo è ispirato ad una storia vera, quella del giovane africano Farid, che fugge dall'Africa in fiamme e giunge sulle coste italiane e vuole essere un contributo di molte lingue, tante diverse sensibilità e tante culture a confronto sul tema dell'integrazione, dell'accoglienza e del rispetto. La storia di Farid è raccontata come somma di tante storie analoghe, vissute da ragazzi e uomini che fuggono dalla guerra e dalla violenza: il senso della danza, della musica e del racconto che si snodano in un continuo armonioso, è quello di diluire il dolore, la sofferenza ed il dramma in un racconto corale che accoglie umanamente un uomo venuto da lontano.
A cura di "La Maison" di Silvia Dante
assaggi Martedì 26 maggio 2015, ore 20.30, Malegno, Palestra comunale 15a FESTA INTERCULTURALE
Storie leggere come piume
Saggio finale del laboratorio teatrale della scuola primaria e media di Malegno
Regia di Abderrahim El Hadiri
Le storie ci parlano e parlano di noi... Le storie attraversano il tempo e percorrono gli spazi, viaggiano come il vento, le storie non hanno confini, le storie volano per il mondo come piume, viaggiano di bocca in bocca e di orecchio in orecchio, di bambino in bambino, e crescono e cambiano e si trasformano come la vita... basta mettersi lì ed ascoltare... ascoltare le parole, ascoltare le emozioni, ascoltare la vita che riempie gli spazi del silenzio... le storie intessono reti e fili che travalicano i confini, rompono le barriere e uniscono le anime.
A cura dell'istituto comprensivo "G. Bonafini" di Cividate-Malegno, in collaborazione con Cicogne teatro arte e musica.
safar Venerdì 29 maggio 2015, ore 20.45, Malegno, Museo Le Fudine Safar Maži in concerto
Un quintetto multietnico, fusione di diversi percorsi ed esperienze musicali, diventano Safar Maži , ovvero "viaggio insieme". Un bouzouki dalla Grecia, le inarrestabili percussioni della Transilvania, la magia del santur dalla Persia, un clarinetto-chitarra-gaida suonati tra il Veneto e Puglia, e una fisarmonica nata tra Friuli e Sicilia. Musiche che spaziano dai balkani alla Turchia, passando per la Grecia e volando fino in Iran e Armenia danno vita a ritmi insoliti e momenti di grande poesia..
assaggi Sabato 30 maggio 2015, ore 19.30, Malegno, Piazzale Aldo Caprani ASSAGGI DI MONDO

Sapori e profumi dei cinque continenti si incontrano nella tradizionale cena dei popoli, che diede origine quindici anni fa alla festa interculturale di Malegno e poi ad Abbracciamondo festival.
Con la partecipazione della banda "C. A. Canossi" di Malegno

caravan Sabato 30 maggio 2015, dalle ore 21.00, Malegno, Piazzale Aldo Caprani Caravan Orkestar in concerto
Lo stile e le musiche di Goran Bregovic ed Emir Kusturiza fanno da cornice a brani tratti dal repertorio ebraico popolare nello stile klezmer, non disdegnando generi quali il funk e blues. La ricerca del repertorio musicale spazia, secondo lo spirito e il nome stesso del gruppo, in differenti generi musicali, per rappresentare idealmente l'itinerario di una carovana nei diversi aspetti sociali e culturali del mondo, dove la musica popolare rappresenta nel modo migliore vita e usanze delle diverse popolazioni che vi abitano.
amir Domenica 31 maggio 2015, ore 19.00, Malegno, Museo Le Fudine AMIR
Amir è un rapper nato da madre italiana e padre egiziano, in una borgata romana difficile. Spesso in prima linea come portavoce dei ragazzi G2 (nati sul suolo Italiano da genitori migranti), è il direttore artistico del progetto Potere alle Parole promosso da Unar (Unione Italiana Antidiscriminazioni razziali) e dall'Associazione Il razzismo è una brutta storia. Ma non solo: Amir è persona sensibile e attenta ai temi dell'attualità, dei "linguaggi" e di tutto quello che ruota attorno a concetti come appartenenza, parola e musica. Durante la serata fonderà il tema dell'hip hop con quello del "messaggio", delle generazioni meticcie e delle commistioni tra diversità. Ed inoltre: Reggaeton e Hip Hop a cura della scuola di danza "Shut up and dance" di Boario Terme, Rap live dei Camoonia Valley Bastard. Aperitivo con cena a buffet e servizio bar.
azzurra Giovedì 4 Giugno, ore 18.30,
Darfo Boario Terme, Chiostro (Ex Convento)
APERITIVO TEATRALE della Cooperativa Azzurra
Il laboratorio teatrale si svolge come attività inserita nella programmazione invernale, coinvolge ragazzi che frequentano diversi servizi della Cooperativa Azzurra. Durante le sessioni si svolgono " esercizi teatrali" volti a migliorare l'espressione, il movimento, la coordinazione, la percezione di se stessi, degli altri e dello spazio teatrale. Questi esercizi favoriscono l'improvvisazione e la spontaneità da cui  poi nascono spunti che danno  vita ad un canovaccio su cui lavorare. La proposta di quest'anno è "aperitivo teatrale". Come spunto il cibo, la cucina, i differenti ingredienti e la preparazione di una pietanza, tra tolleranze ed intolleranze e valorizzazione delle peculiarità e differenti caratteristiche.

Evento a cura della Cooperativa Azzurra

the cut Venerdì 5 Giugno, ore 20.30,
Darfo B. T., Chiostro (ex convento)
THE CUT di Valentina Mmaka
The Cut è una performance teatrale che riflette sulle Mutilazioni Genitali Femminili attraverso il linguaggio dell'arte, dove la parola diventa uno scialle collettivo che abbraccia tutte le donne del mondo in un percorso di conoscenza e condivisione. Una serata di consapevolezza dedicata ai diritti umani.
Autrice: Valentina Mmaka, scrittrice e attivista per i diritti umani. Attraverso la sua opera letteraria, teatrale e laboratoriale esplora le interconnessioni tra spazi e identità individuando attraverso l'arte diverse possibilità di creare impatto sui temi di giustizia sociale e diritti umani.
Musicista: Jali Diabate: originario di un villaggio Mandinka della Casamance (Senegal), Diabate discende da un'antichissima famiglia di griot che conta una genealogia di ben otto secoli. Attraverso la sua musica tramanda le gesta degli antichi signori ed eroi del Mandé.
Performance patrocinata da Amnesty International Italia.

In collaborazione con Commissione Pari Opportunità di Darfo Boario Terme e Associazione Artistica Danza Azzurra

beppe casales Sabato 6 Giugno, ore 21,00
Marone, Sala della Comunità
Spettacoli interculturali
Due Spettacoli - esiti dei laboratori teatrali con ragazzi e ragazze, e con adulti condotti dal maestro Abderrahim El Hadiri.
Il vento soffia sulla terra, anzi, il vento soffia sulle terre, su tutte le terre di cui è composto il mondo. Ma il vento è uno solo? O i venti sono tanti, e ogni luogo ha i suoi? Cosa si dicono lo Scirocco e la Sarneghéra quando si incontrano o quando, forse, si scontrano? Ognuno porta con sé sabbia, polvere, acqua, segni e pensieri, storie e leggende delle terre da cui ha preso il volo e da cui ha cominciato il suo viaggio. E storie e leggende, così trasportate insieme alla sabbia e alla polvere, viaggiano sulle ali del vento, e si intrecciano e si accavallano e insieme lottano e danzano. E increspano le terre che toccano e sorvolano, e scompigliano i capelli di chi si lascia scompigliare dalla vita. Dalla vita che va, che viaggia, che non si ferma e non si lascia imbrigliare dai confini né fermare da muri e barriere. E questi pensieri, queste storie siamo noi, tutti noi che di storie siamo intessuti e che alle storie diamo carne e materia e anima e voce. E saremo noi a raccontarvele e a condividere con voi parole ed emozioni. E allora, vi chiediamo solo di sedervi e ascoltare, e di lasciarvi trasportare dal vento.

A cura di Associazione Marone Narramondo, in collaborazione con Comune di Marone, Istituto Comprensivo "Luigi Einaudi" di Sale Marasino.

bienno Venerdì 12 Giugno, ore 20.30,
Breno, Teatro delle Ali
Lo STRAPPO
uno spettacolo di Modou Gueye, testo di Martino Lo Cascio
Modou Gueye, lavorò per un anno, faticò come un mulo, visse a pane ed acqua. Sette giorni su sette. Raccolse la cifra per quel biglietto che costava più di una crociera di lusso. Poi rimase in attesa per mesi. Quando più nessuno ci credeva, la carretta prese il largo. Per tanto tempo i suoi ricordi si interrompevano qui. Per anni aveva tentato di ricordare. Finché un giorno si trovava in una città di mare, e passeggiando sul molo trovò in acqua una bottiglietta. Quasi istintivamente la recuperò e immediatamente iniziò a ricordare il viaggio... Lo spettacolo parla di una migrazione, di un viaggio verso l'Italia, episodio concreto, ma anche simbolo di tutti i popoli che partono verso un futuro sconosciuto, ma che sperano sia meglio del presente. Attraverso un monologo toccante ma allo stesso tempo leggero e senza retorica si affrontano i temi dei flussi migratori, dell'incontro fra popoli e dell'arrivo in una nuova terra.

Con la collaborazione del Comune di Breno e Teatro delle Ali

Montecampione Mercoledì 10 Giugno , ore 20,30
Gianico, Piazzetta di via Tadini, centro storico
CINEMA ALL'APERTO e degustazione prodotti locali e multietnici

IL SANGUE VERDE di Andrea Segre
Le voci, i volti e le storie dei protagonisti delle manifestazioni di Rosarno, piccolo paese calabrese che nel Gennaio 2010 hanno portato alla luce le condizioni di degrado e ingiustizia di migliaia di braccianti africani.

Ore 20.30
"Dialogo a tavola": l'integrazione fra culture diverse attraverso il piacere del cibo, con la degustazione di prodotti multietnici cucinati dalle frequentanti del Corso di italiano per mamme straniere e di prodotti tipici locali cucinati dagli abitanti storici del paese.
Ore 22 proiezione di "Il Sangue Verde" di Andrea Segre
Introduzione al film a cura di Stefano Malosso

Con la collaborazione del Comune di Gianico

riziere Sabato 20 giugno 2015, ore 20.30, Edolo, sala civica comunale LA RIZIÈRE / THE RICE PADDY di XIAOLING ZHU Film vincitore Docufiction Festival TUTTI NELLO STESSO PIATTO 2013
In un piccolo villaggio, nel sud della Cina, vive A Qiu, una ragazzina di 12 anni con grandi speranze di diventare scrittrice e girare per il mondo. Ma la vita è dura nella provincia autonoma di Guangxi, patria del popole Dong, ed il suo sogno sembra difficile da raggiungere. Attraverso le note del diario di A Qiu seguiamo gli alti e bassi di un anno pieno di eventi, attraverso le differenti stagioni del riso e del clima.

A seguire degustazione di pietanze a base di riso cucinate con diverse varietà di riso equo e solidale. La solidarietà nel vostro piatto!

Evento a cura dell'associazione La Tapioca

basket Domenica 21 giugno, ore 21.30
Artogne Piazza Comunale
CINEMA ALL'APERTO

LIMBO di Matteo Calore

Immaginatevi che una delle persone più care con cui vivete - vostro padre, il vostro compagno, vostra madre, un figlio o un fratello - venga improvvisamente prelavata dalla polizia e imprigionata lontano da casa, con il rischio di essere per sempre espulsa dall'Italia, questo non per aver commesso un reato o un atto violento, ma solo per la mancanza di documenti in regola. Un pericolo tanto angosciante quanto reale per le famiglie di molti immigrati inseriti nella nostra società ma in conflitto con la burocrazia.

Con la collaborazione del Comune di Artogne

broken cameras Sabato 27 giugno 2015 ore 20.30, Borno, sala civica comunale 5 BROKEN CAMERAS

Emad, contadino palestinese, compra la sua prima videocamera alla nascita del suo quarto figlio, nel 2005. Quando nel suo villaggio si costruisce una barriera per separare gli insediamenti israeliani da quelli palestinesi, la videocamera diventa un mezzo di testimonianza della protesta pacifica degli abitanti. Per cinque anni Emad filma le vite dei suoi compagni, la crescita del figlio e le sofferenze quotidiane. Una telecamera dopo l'altra viene distrutta e così ogni telecamera racconta una parte della sua storia.
Regia: Emad Burnat, Guy Davidi Produzione: Maëlle Guenegues CAT&Docs Paese: Occupied Palestinian Territory Anno: 2011 Lingua: Hebrew/ Arabic Sottotitoli: Italiano Durata: 90'

A seguire degustazione di piatti a base di cous cous integrale prodotto in Palestina per Altromercato e venduto nei circuiti del commercio equo e solidale. Solidarietà ai produttori palestinesi!

Evento a cura dell'associazione La Tapioca

Leuk   MaroneNarramondo, festa multiculturale, 3^ edizione.

1 e 2 agosto 2015, Marone, Corte storica e lungolago

• Sabato 1 agosto e domenica 2 agosto 2015, Marone, lungolago

Mostra Arte in viaggio, popoli che si incontrano, a cura di Romina Rinaldi

• Domenica 2 agosto 2015, Marone, Lungolago

dalle ore 17.30: degustazione gratuita di cibi dal mondo.

dalle ore 17.30: RACCONTO D'AFRICA,
                       spettacolo itinerante di e con Dudù Kouate,
                       musicista senegalese e cantastorie (griot).                      
• Domenica 2 agosto 2015, Marone, Corte storica

Ore 21.00: VIBRAZIONI - OMAGGIO ALLA TERRA D'AFRICA,
                      spettacolo di LE FENICIE TEATRO e CROCEVIA DEI VIANDANTI,
                      di e con Vaninka Riccardi e Matteo Riccardi,
                      musica dal vivo: Roberta Mangiacavalli.
                      (Produzione Associazione tra Artisti CIRIDI')
• Domenica 2 agosto, Marone, Corte storica
Biblioteca in piazza

In collaborazione con: Marone Narramondo

policy